Alla fine della scorsa settimana, Bob Diachenko ha rivelato di aver scoperto un server MongoDB non protetto con oltre 808 milioni di record che “erano accessibili pubblicamente a chiunque disponga di una connessione Internet”. Il server appartiene alla società...